Come prevenire le zecche sul cane?

Sapere come prevenire le zecche sul cane è molto importante per tutelare la salute del nostro amico a quattro zampe. In questo articolo ti illustriamo tre soluzioni efficaci per aiutarti a scegliere il modo migliore di proteggerlo da questi pericolosi parassiti.

Sì, perché l’eventualità di un attacco da parte delle zecche non deve essere sottovalutato dato che può avere gravi conseguenze sull’animale: malattie come quella di Lyme, l’ehrlichiosi o la piroplasmosi possono provocare problemi gravi a carico del cuore, dei reni, della milza e del sistema nervoso.

Allora, per prevenire le zecche sul cane puoi valutare l’utilizzo di questi metodi:

  • spot-on;
  • spray;
  • collari.

Spot-on

Il primo metodo da valutare per prevenire le zecche sul cane sono le pratiche pipette spot-on, che contengono il prodotto antiparassitario e che permettono un’applicazione di precisione.

Spot-on” è, infatti, un termine inglese che significa “preciso, esatto, accurato”. L’applicazione avviene in un punto determinato del dorso del cane, precisamente all’altezza delle scapole, aprendo il pelo e posizionandolo sulla cute. Il prodotto rimarrà localizzato sulla pelle e non sarà assorbito nel sangue.

Rispetto all’uso dello spot-on per prevenire le zecche sul cane, per sfruttarne appieno l’efficacia, è bene fare alcune precisazioni riguardo a:

  • durata;
  • quantità;
  • somministrazione;
  • igiene del cane;
  • periodo di utilizzo.

I trattamenti spot-on assicurano, in genere, una durata della protezione che si aggira intorno al mese, dopodiché si dovrà procedere a una nuova applicazione. Tuttavia, è sempre meglio leggere l’etichetta dei singoli prodotti: alcuni, infatti, garantiscono una protezione di durata anche superiore.

Uno dei vantaggi della soluzione spot-on per prevenire le zecche sul cane è quello di non dover impazzire per capire il dosaggio perfetto per il proprio animale. Le pipette, infatti, sono predosate e basta acquistare il prodotto più adatto in base alla taglia, al peso e all’età dell’amico peloso.

Quando si procede alla somministrazione dell’antiparassitario, bisogna fare attenzione ad aprire bene il pelo del cane perché il prodotto si depositi sulla cute. Non bisogna spalmarlo con le dita o massaggiarlo, per evitare che venga assorbito dalla nostra pelle invece che da quella del cane. Inoltre, devi sapere che il farmaco non va mai applicato sulla cute lesa.

Un’altra importante raccomandazione per non limitare l’efficacia del trattamento, riguarda l’igiene del cane. L’animale, infatti, non va lavato né immediatamente prima né immediatamente dopo la somministrazione dell’anti zecche. Eventuali bagni, infatti, alterano l’equilibrio idrolipidico della cute del cane e limitano l’assorbimento del farmaco.

Riguardo al periodomigliore, gli spot-on andrebbero utilizzati a partire dall’inizio della stagione calda fino ai primi freddi.

Spray

Puoi prevenire le zecche sul cane anche utilizzando i repellenti in spray, nel formato in bomboletta o in quello di pistola a spruzzo.

A differenza delle pipette spot-on, gli spray vanno spruzzati su tutto il pelo dell’animale, comprese pancia e zampe. L’applicazione deve avvenire nel modo più sicuro possibile, sia per te che per l’animale, avendo cura di evitare inalazioni o ingestioni che possono provocare reazioni indesiderate.

Per questo è sconsigliato utilizzare gli spray se il cane ha la tendenza a leccarsi molto.

Prima di nebulizzare lo spray, bisogna inumidire il pelo del cane: il repellente va poi distribuito utilizzando i guanti. È anche consigliabile indossare una mascherina e proteggere le vie respiratorie dell’amico peloso.

La durata della protezione è molto varia, cambia da prodotto a prodotto: in generale, può andare da un minimo di due settimane a un massimo di due mesi.

Lo spray è un prodotto che può essere utilizzato anche in aggiunta ad altri metodi di prevenzione delle zecche, in situazioni particolari: ad esempio, se si deve portare l’animale a passeggiare in un bosco o in un altro posto in cui il rischio di essere attaccato dai parassiti appare più elevato.

Rispetto agli spot-on l’uso degli spray è ritenuto, comunque, meno sicuro se utilizzato direttamente sull’animale. Si rivela, invece, un complemento molto efficace per mettere in sicurezza l’habitat in cui vive.

La maggior parte degli spray in commercio, infatti, sono repellenti adatti a contrastare le zecche, ma anche pulci, zanzare e pappataci. Sono prodotti 2 in 1 e, per questo, possono essere utilizzati non solo sul cane ma anche per disinfestare:

  • cucce;
  • divani;
  • cuscini;
  • tappeti.

Dopo l’utilizzo ricordati di aerare bene gli ambienti.

Collari

Anche i collari possono rappresentare una valida soluzione per prevenire le zecche sul cane: si fanno indossare all’animale allo scopo di proteggerlo dall’attacco dei parassiti attraverso il rilascio di sostanze repellenti.

Il prodotto viene emesso in piccole dosi, in maniera graduale, e il trattamento può durare dai due agli otto mesi, un periodo molto più lungo rispetto agli spray e agli spot-on. Una volta terminato il periodo di efficacia, il collare va sostituito.

Per quanto riguarda il principio attivo contenuto nel collare, questo deve essere concordato con il veterinario che saprà consigliare quello più adatto in base alla razza, all’età e alla stazza dell’animale.

La maggior parte dei collari protegge, oltre che dalle zecche, anche da pulci e zanzare.

I collari per prevenire le zecche sul cane possono essere di tre tipi:

  • contenenti antiparassitari chimici, come la flumetrina e la deltametrina, maggiormente efficaci contro i parassiti, ma che possono essere mal tollerati dagli amici a quattro zampe;
  • contenenti antiparassitari di origine naturale, meno efficaci ma senza effetti collaterali per il cane;
  • a ultrasuoni, privi di prodotti antiparassitari: sono però adatti solo per l’uso all’aperto.

Il collare non è sempre la soluzione adatta per il cane. Ad esempio, è sconsigliato il suo uso nei cani in gravidanza, in allattamento o prima dei sei mesi d’età se contiene determinati principi attivi.

Esistono, però, nuove proposte di collari anti zecche realizzati con prodotti molto sicuri e naturali, che possono essere indossati anche dai cuccioli.

Quando si acquista un collare antipulci ci si deve assicurare che sia impermeabile: soprattutto se il cane vive all’aria aperta, potrebbe rischiare di indossare un collare che ha perso la sua efficacia perché è stato a contatto con l’acqua.

Per quanto riguarda la taglia, questa va scelta in base alla grandezza del cane: esistono, comunque, taglie uniche che si adattano ad ogni stazza.