Protezione solare per bambini

5 cose da sapere per proteggere la pelle dei bambini sotto il sole

Quale protezione solare per bambini usare? Quante volte al giorno va applicata? Quale filtro solare scegliere per i più piccoli? Con questo articolo vogliamo fornire alcuni consigli a mamme e papà che si preparano all’estate e vogliono sapere come proteggere la pelle dei loro bambini dagli effetti dannosi dei raggi solari.

Nella scelta della protezione solare per bambini, infatti, è bene tenere in considerazione alcuni elementi, a cominciare dal fatto che la pelle dei piccoli è più delicata di quella degli adulti, è più sottile e il film idrolipidico è poco sviluppato. Tali caratteristiche indicano che la funzione di barriera della cute, ovvero la sua capacità di protezione, è minore e che, dunque, la pelle del bambino è più soggetta a disidratazione e secchezza ed è  più vulnerabile agli aggressori esterni. Per prevenire i danni provocati dall’esposizione solare è molto importante, soprattutto in tenera età, utilizzare una protezionecome abbiamo già detto nell’articolo dedicato ai 5 consigli per abbronzarsi e salvare la pelle. 

Potete trovare moltissimi solari per l’infanzia nel nostro store online, ma prima dell’acquisto seguite i nostri consigli per non sbagliare!

1. Da che età è necessaria una protezione solare per bambini?

Prima di acquistare una protezione solare per bambini, tenete presente che fino a 6-8 mesi è meglio evitare l’esposizione diretta ai raggi solari, mentre fino ai 24-36 mesi il consiglio è di esporre i bambini al sole per brevi periodi, al mattino presto o nel tardo pomeriggio. In ogni caso, ricordate che, in spiaggia, anche tenendoli sotto l’ombrellone, è necessario applicare ai bambini una protezione solare, perché i raggi ultravioletti riflessi dalla sabbia raggiungono la pelle.  La crema solare va messa anche ai bambini in carrozzina.

2. Quale fattore di protezione solare usare per bambini

Nella scelta della crema solare per bambini è importante considerare il fattore di protezione. Fino ai 6 anni di età è opportuno scegliere un fattore di protezione  altissimo, equivalente a SPF 50+, perché le scottature in età pediatrica sono particolarmente dannose in quanto aumentano il rischio di conseguenze dermatologiche molto serie da adulti. Dopo i 6/7 anni, man mano che la pelle si abbronza, passerete a una protezione inferiore, ma mai sotto un valore di SPF 30.

Per i bambini è utile sempre scegliere un protettivo solare resistente all’acquaAnthelios Dermo pediatrics di La Roche-Posay,  è un latte adatto per la pelle del bambino, con SPF 50, resistente all’acqua e al sudore.  In caso di pelle ipersensibile o a tendenza atopica ipersensibile, sono da preferire protezioni solari per bambini formulate esclusivamente con filtri per pelli sensibili e intolleranti. Ottimi i prodotti nella linea Bionike solari, nickel tested, senza conservanti né parabeni. Facile da spalmare, non appiccicoso, specifico per le pelli più delicate è Defence Baby & Kid Sun

3. Latte, crema, spray: quale protezione solare scegliere per i bambini?

La protezione solare per bambini può essere in crema, latte o sotto forma di spray. Potete scegliere  il prodotto che preferite e con il quale vi trovate  più comodi. In genere il latte e la crema sono indicati per la pelle secca, l’emulsione per la pelle grassa. Facile e rapido da applicare è lo spray, come Angstrom Protect bambini  un solare trasparente che contiene filtri UVA/UVB, formulato specificatamente per la pelle delicata.

4. Quante volte al giorno va messa la protezione solare per bambini?

Ricordatevi di mettere la protezione solare ai bambini ogni 2 ore circa perché col trascorrere del tempo ne diminuisce l’efficacia protettiva. Tale regola vale anche se il bambino non  fa il bagno.  La crema è una protezione fondamentale per la pelle, ma non è sufficiente per difenderla nelle ore più calde della giornata, quando i raggi solari sono più aggressivi e possono scottare facilmente. Anche con la crema solare giusta, i bambini dovrebbero evitare di stare al sole dalle 11 alle 16.30.

5. Con la crema solare i bambini si abbronzano?

Soprattutto gli adolescenti pensano che usando la protezione non riusciranno ad abbronzarsi per tutta l’estate. Non è così e ciò vale anche con le protezioni solari per bambini. La crema solare non impedisce l’abbronzatura, ma aiuta ad avere un’abbronzatura più lenta e progressiva, e sicuramente più duratura, poiché impedisce eritemi e scottature che fanno desquamare la pelle.